[Mauro]
Nello scorso episodio Federico ci ha raccontato del vitigno nebbiolo. Un'espressione di questo vitigno è Barbaresco La Casa in Collina di Vite Colte: ce lo racconta Piero Quadrumolo, presidente di Vite Colte.

[Piero]
Abbiamo già degustato prima con il nostro enologo i Baroli, adesso abbiamo l'opportunità di assaggiare il Barbaresco: è il vitigno nebbiolo che è eclettico e che nelle varie zone assume delle caratteristiche particolari. In tutta l'area del Piemonte sono molte le denominazioni a base vitigno nebbiolo: ce ne sono 4-5 nel Nord del Piemonte, almeno 3-4 in Langa. La più famosa è quella del Barolo, poi il Barbaresco, che impropriamente è stato considerato per anni il fratello minore del Barolo, ma oggi ha una sua personalità ed è conosciuto nel mondo. Poi ci sono altre tipologie sempre a base nebbiolo: il Nebbiolo d'Alba, il Roero, il Langhe Nebbiolo in territori circostanti che sono anche leggermente diversi.

[Mauro]
Il territorio del Barbaresco
quindi che caratteristiche da?

[Piero]
Il territorio del Barbaresco è simile a quello del Barolo, perchè sulla destra del Tanaro è presente tutta quella fascia di terreni che si presentano un po' più compatti, un po' più calcarei e strutturati; sulla sinistra del Tanaro, invece, sulla zona del Roero, ci sono terreni un po' più sabbiosi. Quindi di là vini più eleganti e
meno longevi, qui vini un po' più longevi. La caratteristica di diversità rispetto al Barolo è che il Barbaresco è ad altezze più basse, quindi clima leggermente più caldo; è un vino che necessita di una maturazione in botte più corta -un anno in meno; ed è un vino che diventa elegante ed equilibrato un po' prima del Barolo.

[Mauro]
In che situazione possiamo aprire allora una bottiglia di La Casa in Collina?

[Piero]
Quei vincoli legati ad abbinamenti molto ristretti sono stati superati. Una volta addirittura, parlando di Barolo e Barbaresco, si abbinavano l'uno alla selvaggina da piuma e l'altro alla selvaggina da pelo -questo per dire quanto eravamo diventati cervellotici. Ora sono decaduti questi abbinamenti. Con tutti i primi, i secondi a base di carne e ovviamente tutte le tipologie di formaggi si abbinano perfettamente. Ma ormai c'è l'abitudine a bere un calice di questi vini anche fuori, in un wine bar, per pura semplice degustazione, anche perchè oggi, se sono opportunamente maturati e affinati, ci sono vini che sono in equilibrio, non ci sono più i vini di una volta. Quindi sono vini facilmente bevibili in qualsiasi situazione. 

[Mauro]
Quindi possiamo dire che, se volete conoscere a fondo le varie espressioni del vitigno nebbiolo Barbaresco, La Casa in Collina è uno di quei vini che dovete assaggiare. Nel prossimo episodio cosa ci racconterai Piero?

[Piero]
Nel prossimo episodio vi racconterò come ci è venuta l'idea e come è stata realizzata la mostra permanente "Le stagioni del vino" che racconta con delle fotografie e dei quadri di un artista famoso quello che succede in vigneto e in cantina durante tutto l'anno.

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci