Questo articolo fa parte di una web series:

  1. San Francesco della Vigna: Il vitigno Nascosto 1/2

  2. San Francesco della Vigna: Il vitigno Nascosto 2/2

[Mauro Chiaro]
Frate Roberto, qual è oggi lo scopo di coltivare uva qui a Venezia?
[Frate Roberto]
Noi abbiamo sempre avuto delle piantagioni d'uva qui come in tante case dei contadini. Veramente c'era un po' di tutto, dal Clinton al Merlot. Adesso, questo vigneto un po' particolare è stato donato perché qui facciamo parte di un'Università Pontificia Antoniano, che è a Roma e abbiamo un settore particolare di dialogo ecumenico, cioè dialogo tra i cristiani: insegniamo insieme a Protestati, noi Cattolici e Protestanti. Abbiamo diversi studenti che vengono dall'Africa, dall'Est Europa e bisogna sostenerli con delle borse di studio.
[Mauro Chiaro]
Quindi, i proventi della vendita di questa bottiglia che producete vanno a sostenere, vanno a procurare queste borse di studio per sostenere gli studenti
Frate Roberto]
Infatti, il prezzo diciamo della bottiglia non è tanto fondate sul valore del vino quanto invece su questo scopo e sul fatto che è un vino di Venezia, coltivato nel cuore di Venezia.
[Mauro Chiaro]
Oltre al Teroldego, che è il vostro vitigno principale, quali altri vitigni coltivate?
Frate Roberto]
Tendiamo a fare un "blend" di vini. Un buon rosso... Abbiamo piantato anche Refosco dal Peduncolo Rosso, che si mescola bene, e  poi un po' di Merlot.
[Mauro Chiaro]
Queste sono vigne giovani.
Frate Roberto]
Questo è stato piantato lo scorso Febbraio.
[Mauro Chiaro]
Saranno produttive tra due tre anni .
Frate Roberto]
Questa produce già qualcosa.... Comunque, abbiamo triplicato il numero delle viti.
[Mauro Chiaro]
Quante bottiglie volete produrre?
Frate Roberto]
2000.
[Mauro Chiaro]
E attualmente quante ne producete?
Frate Roberto]
Circa 1.000 bottiglie. Qualche volta anche meno. La prima volta 250.
[Mauro Chiaro]
Giusto per assaggiarlo.
Frate Roberto]
Sì Sì, è sparito.
[Mauro Chiaro]
Per quest'anno le bottiglie sono andate ormai esaurite e Per trovarne altre?
Frate Roberto]
La vendemmia dell'anno scorso è già stata imbottigliata. Le metteremo in "commercio" qui il  20 ottobre, dove faremo una festa, un momento di convivialità per tutti gli amici, coloro che sono anche interessati al vino.
[Mauro Chiaro]
Perciò, aspettiamo il 20 ottobre per conoscere un po' meglio la vostra storia e il nuovo vino.
Frate Roberto]
Sì, se venite siete ospiti graditissimi e così voi sarete anche il canale per far conoscere il nostro vino ancora di più.
[Mauro Chiaro]
Noi accettiamo l'invito molto volentieri, anzi lo giriamo anche ai nostri follower. Dopo aver conosciuto questa realtà veneziana non aspettiamo altro che conoscere la nuova vendemmia.
Frate Roberto]
E lo degusteremo insieme.... Grazie a Voi.
[Mauro Chiaro]
Abbiamo visitato questa realtà veneziana, questo scorcio particolare, questo posto intrigante, ma se volete approfondire quello che è la cultura, la storia di questo convento vistate il nostro sito.

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci