Il Raboso

Il Raboso

Articolo pubblicato il 14/10/2017

Il Raboso è un vitigno tipico della tradizione contadina veneta. È presente prevalentemente nelle province di Treviso, Rovigo, Venezia e Vicenza. È presente anche nel Padovano, ma è noto con il nome di Friularo. Esistono due Denominazioni di Origine Controllata:

  1. DOC Piave;
  2. DOC Venezia.

Dal 2011 esiste anche una DOCG denominata Malanotte.

Il raboso è un vitigno autoctono a bacca nera. Per la verità i vitigni sono due, forse tre e anche 4.

I due vitigni più noti sono:

  1. Raboso Piave;
  2. Raboso Veronese.

Raboso Piave

Nasce nelle rive sinistra del fiume Piave. Si trovano documenti che parlano del Raboso già agli inizi del seicento. E' un vino che per tipicità è austero, tannico, con una buona acidità e decisamente corposo. Non di semplice beva, ma che regala, specialmente a livello olfattivo, un viaggio sensoriale in una macedonia di frutti rossi. In commercio se ne trovano veramente di molte versioni.

  1. Quello in questi anni più diffuso è leggero, amabile e talvolta frizzante.  
  2. Quello rosato, disponibile anche questo in versione fermo e frizzante.
  3. Quello più caratteristico, che è secco in versione giovane o riserva.
  4. È disponibile anche passito, che ben si abbina ad una buona pasticceria secca.

La conoscenza e la valorizzazione del Raboso Piave è sostenuta anche da una Confraternita fondata il 27 dicembre 1996 con sede nel comune di Vazzola, che si propone anche di conservare, sviluppare ed esaltare le migliori tradizioni legate a questo nobile vino e di favorire tutte le iniziative tese all'elevazione culturale dei Confratelli, promovendone l'educazione enogastronomica.

Raboso Veronese

Questo vitigno non c'entra nulla con la città di Verona. Le analisi genetiche, infatti, hanno dimostrato che è figlio di un incrocio, probabilmente spontaneo, tra Raboso Piave e Marzemina Bianca. Il nome deriva invece da chi per primo, nell’ottocento presso l'azienda dei Conti Papadopoli, importò il vitigno nel trevisano. A differenza della Raboso Piave, il veronese genera vini meno tannici, più morbidi, ma sempre con una discreta acidità.

+ 2 Vitigni Ritrovati

Nel 1870, esistevano anche due varietà a bacca bianca:

  1. La Rabosina;
  2. La Rabosa.

Queste sono state riscoperte di recente da alcune aziende vinicole della zona della destra Piave che le vinificano sia ferme che frizzante con il nome di grapariol.

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci