I Frutti di Martorana con il Passito di Pantelleria

I Frutti di Martorana con il Passito di Pantelleria

Articolo pubblicato il 02/11/2017

Qualche giorno fa ero a pranzo a Palermo e, arrivati al dolce, mi hanno offerto i frutti di Martorana, che sono questi i dolcetti di marzapane a forma di piccoli frutti. E' un dolce a base di mandorle e mi hanno raccontato una bella storia che ci sta dietro.

Il 2 novembre, giorno di commemorazione dei defunti, i bimbi siciliani si svegliano la mattina e girano per la casa in cerca di questi frutti che i defunti hanno lasciato per loro.

Di fatto, è un modo per mantenere vivo nei più piccoli il ricordo di chi non c'è più. E questa storia mi ha colpito perché è molto simile ad un dolce tipico delle mie terre, cioè la fava veneziana, con cui ha molte similitudini, ma questa è un'altra storia.

Ora, però, dobbiamo abbinarci un vino a questi dolcetti.
La mia idea è quella di un Passito di Pantelleria, vino che ha più di duemila anni di storia, che viene prodotto al 100% da uve zibibbo. Vino che ottiene la DOC nel lontano 1971...

Aspetta un attimo, lontano?!?! sono anch'io del '71... tanto lontano non è dai.

Abbiamo assaggiato il Jemara, Passito di Pantelleria D.O.P. dell'azienda Martinez. precisiamo che l'Azienda Martinez è un'Azienda storica del Marsalese che non ha la cantina in Pantelleria ma acquista e imbottiglia direttamente nell'isola. Ricordiamo che per essere D.O.P. il Passito deve essere prodotto e confezionato nell'isola di Pantelleria.
Le uve prima di essere torchiate fanno circa otto settimane di appassimento e il risultato è un vino, ovviamente, dolce, ben equilibrato e con una buona acidità, che ci permette di accompagnarlo non solo a dei dolcetti di Marzapane, come abbiamo in questo caso, ma anche a dei formaggi erborinati.

Alla prossima!

Scheda Jemara Passito di Pantelleria D.O.P.

RICONOSCIMENTO: Denominazione d'Origine
Protetta "Pantelleria" D.P.R. 11.08.1971 - G.U. 239 del 22.09.1971

VITIGNO: Moscato d'Alessandria in purezza (Zibibbo)

VINIFICAZIONE: L'uva la cui raccolta avviene dopo la
metà di agosto, viene fatta appassire naturalmente al 
sole su appositi stenditori in prossimità di muretti di pietra
lavica. La fermentazione avviene macerando l'uva passa 
ottenuta aggiunta a del mosto di uve extramature fresche
raccolte in settembre

TENORE ALCOLICO: 14 gradi

ZUCCHERI: 13.5%

COLORE: Giallo dorato, tendente all'ambra

Hai bisogno di noi? Contattaci