Ognuno di voi almeno una volta nella vita ha assaggiato uno spritz, ne siamo sicuri. Attenzione però, perchè in molti lo chiamano così, ma solo se fatto in un certo modo e con certi prodotti può fregiarsi di chiamarsi spritz.

Intanto sapete quali sono gli ingredienti?

  • Un terzo Aperol
  • Un terzo Seltz
  • Un terzo prosecco -non altri vini fermi e frizzanti di altre regioni, solo prosecco, magari DOCG.
  • Del ghiaccio
  • Una fetta di arancia oppure un'oliva.

La ricetta è talmente facile che quando vedi al supermercato prodotti già pronti....ti chiedi il perchè!

Comunque esistono delle varianti: con il Bitter Campari -un po' più forte- o con il Select da veri veneziani e talvolta anche io lo faccio -non sempre- con mezzo Aperol e mezzo Bitter. Provatelo! Inoltre se lo fate a casa al Seltz per semplicità potete sostituire l'acqua frizzante.

Ma quello che forse non sapete è che qui a Venezia (eh sì perchè è nato proprio a Venezia!) è praticamente un'istituzione, un rito, tanto che noi lo paghiamo solo 2,50€. E' nato durante il periodo degli austriaci, che mal tenevano il vino bianco veneto e quindi lo ordinavano annacquato, cioè spruzzato con un po' di Seltz, in tedesco Spritzen. Da qui spritz. Poi siccome gli austriaci sono tornati in Austria e acqua e vino non si possono bere, qualcuno ha pensato di aggiungerci l'Aperol facendo la fortuna di questo aperitivo dolce-amaro.

Quindi se volete bere un buon sprint veneziano, non fatevi ingannare dai falsi miti ma ricordatevi di venire sul nostro blog per consultare la ricetta originale!

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci