[Mauro Chiaro]
Nello scorso episodio avete conosciuto il territorio di Oslavia... territorio di confine, adesso andiamo ad assaggiare un altro prodotto che si chiama Meja. Meja in sloveno vuol dire confine.
[Matej Fiegl]
Questo è un vino di confine. Meja è stata la prima vigna acquisita dai nostri avi nel 1782 ed era una vigna proprio qua ad Oslavia.
[Mauro Chiaro]
Meja... vino che proviene da che uve...
[Matej Fiegl]
E' un vino bianco passito. 90% Traminer e un 10% Sauvignon.
[Mauro Chiaro]
Vino che ha un colore super accattivante e anche molto brillante. I profumi sono incredibili. Si spazia dal miele d'acacia, alla mandorla, alla nocciola....Io lo assaggio. TANTA ROBA
[Matej Fiegl]
Questo è un vino che fa affidamento naturale sui graticci. Noi andiamo a raccogliere l'uva matura. Se fosse surmatura andremo a perdere di acidità. Andiamo a raccogliere l'uva matura, la portiamo in cantina, la mettiamo su dei graticci e questi graticci vengono esposti al vento della Bora all'esterno della nostra cantina. La notte li riportiamo all'interno per non avere dell'umidità all'interno di questi pallet e rimane per circa un mese. In questo mese andiamo a perdere quasi 70%.
[Mauro Chiaro]
Quindi se abbiamo 1 kg d'uva voi qua producete
[Matej Fiegl]
...tre bicchieri di vino...quindi la bottiglia.
[Mauro Chiaro]
Quante bottiglie vengono prodotte?
[Matej Fiegl]
Pochissime!! Di questo vino ne produciamo circa dagli 8 ai 10 hl all'anno.
[Mauro Chiaro]
E' un prodotto che dopo aver fatto la trasformazione uva vino fa affinamento in legno?
[Matej Fiegl]
Fa affinamento in Tonneaux, dopo viene imbottigliato.
[Mauro Chiaro]
E' un vino che presenta equilibrio tra le note dolci e l'acidità. In che percentuali vengono usati Traminer e Sauvignon?
[Matej Fiegl]
La predominanza è del Traminer, circa il 90%, ma il 10% di Sauvignon, che sembra poco, marca tanto soprattutto il gusto perché il Sauvignon mantiene un'acidità superiore rispetto al Traminer e non lo fa diventare stucchevole.
[Mauro Chiaro]
In effetti, una nota che ha questo vino è un grande equilibrio tra la parte dolce, molto dolce, e quello che è l'acidità. Una bottiglia così con cosa la apri?
[Matej Fiegl]
Per uscire dal mio territorio, una bottiglia così l'apro con un bel Parmigiano Reggiano stagionato minimo 36 mesi. Per rimanere all'interno del nostro territorio, lo vado ad assaggiare con dei biscotti fatti a casa oppure con un Formadi frant, un formaggio tipico del Friuli Venezia Giulia molto saporito.
[Mauro Chiaro]
Quindi, diciamo che può essere considerato come un vino da tenere sempre pronto da aprirsi sia con un dessert che con un piatto di formaggi.
[Matej Fiegl]
Sempre a disposizione!
[Mauro Chiaro]
Dovete sapere che il mio socio Dario, uno degli AciniNobili, è un appassionato di passiti, quindi lo invito ad assaggiare questa meraviglia ricordandovi che nel prossimo episodio verrà raccontato quello che è un vitigno molto importante per l'azienda Fiegl. Nel vigneto adiacente alla cantina verrà raccontato il Merlot....
[CIN]

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci