Il pericolo di fare i video per AcinoNobile è che, a volte, la si tira un po' per le lunghe. L'inquadratura non va bene, la pettinatura non è a posto, oppure semplicemente il setting non è sufficientemente apparecchiato. Nel mentre, però, io cosa faccio. Sono in pausa dal lavoro. Non posso andare a fare attività ginnica come sono abituato a fare. Cosa faccio? Ecco, per esempio, in questo caso, ho scolato la bottiglia.Perché, devo dire, che lo Chanin Chateau de la Roche è un vino godibilissimo. Siamo nella Loira. Nella Loira di un'azienda, quella di Chateau de la Roche, che vinifica il biodinamico sin dal 2002. Esiste un pregiudizio sui vini biodinamici. Dite che puzzano. Dite che non durano. Dite che hanno problemi di stabilità. Ci sono dei vinificatori, dei produttori, delle aziende agricole, che fanno dei vini eccellenti in bio-dinamico e perché no, hanno una cura per la coltivazione per la vinificazione un po' più sostenibile. Ecco! Parliamo di questo Chenin. Tra l'altro lo Chenin è un vino ampiamente sottovalutato, perché poi quando chiedete il vino francese Chablis, chiedete il Bordeaux e chiedete tutti quei vini che nel nostro immaginario collettivo hanno formato i corollari dei vini francesi. Pochi ricordano lo Chenin, che in realtà per la sua sapidità, per il suo corpo e perché no anche per la sua eleganza, è veramente molto soddisfacente. In questo caso, la fermentazione avviene in Botti di Rovere usate e la gradazione diciamo è piuttosto alta. Disseta, ha un bel corpo, mantiene un'alta mineralità ,ma sono 14°. Perfetto per mangiare dei piatti di pesce impegnativi, ma perché no, anche per fare un bel aperitivo, con un frittino di verdure. Questa è la zucchina, questo il peperone... Poi ci potete mettere la melanzana, la cipolla, insomma quello che vi pare per preparare un aperitivo perfetto con lo Chenin de Chateau La Roche. A  la prochaine fois. Viv la France!!!

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci