Il tappo in sughero è una tecnologia perfetta. Lascia respirare il vino il giusto. Questa tecnologia si evoluta in secoli di storia umana a stretto contatto con il vino. Quando, per qualche motivo, il tappo non svolge la sua attività di filtro tra interno ed esterno della bottiglia, il risultato pessimo. L’esclamazione “sa da tappo” fa salire un brivido lungo la schiena a qualsiasi amante del vino e non.

Quando si decide di levare questa barriera è sempre una festa. Quel rumore sordo prodotto dal tappo che lascia la sua sede dove è stato anche per lungo tempo è il presagio di qualcosa che a poco riempirà i nostri occhi di mille riflessi, il nostro naso di mille profumi e la bocca di tutti i sapori che la natura può offrire. Ma quando la festa finisce? Ecco il terrore che attanaglia qualsiasi amante del vino. Se avanza, rischiamo di buttare un valore inestimabile: il lavoro delle persone, di un territorio e di una cultura che hanno prodotto quel vino unico. Ritapparlo non è possibile o meglio si può fare, ma il risultato è pessimo.

Coravin ha finalmente trovato la soluzione a questo tormento. Ha inventato un sistema che permette di spillare il vino senza doverlo stappare e preservando l’efficienza e l’efficacia funzionale del tappo. Vediamo come funziona.

  1. Un ago in acciaio inossidabile passa all'interno del sughero, senza danneggiarlo;
  2. Si inclina la bottiglia e si tira il grilletto.
  3. Un gas naturale – l’argon – viene spinto all’interno della bottiglia facendo uscire il vino dall’ago;
  4. Si estrae l’ago;
  5. Si gira la bottiglia sotto-sopra e…..esatto…neanche una goccia. La funzionalità del tappo è perfettamente preservata.

Ma che cos’è l’argon? È un gas inerte totalmente inodore e insapore. Per cui non altera le caratteristiche organolettiche del vino e, allo stesso tempo, crea una barriera protettiva che preserva non solo il vino, ma ne garantisce la naturale evoluzione. Il funzionamento del Coravin sfrutta l’elasticità del sughero. Per cui, una volta estratto il sughero torna in posizione e garantisce l’impermeabilità del tappo. Non ci sono limiti al numero di volte in cui il tappo può essere bucato con il Coravin e neanche al tempo entro cui il vino deve essere bevuto. Teoricamente è possibile sperimentare tutte le evoluzioni di un vino bevendone un bicchiere ogni anno fino a finirlo.    

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci