Nella puntata precedente abbiamo visto come nascono due delle nostre grappe aromatiche: La Po morbida e la Cleopatra Moscato. Oggi vedremo come nascono le grappe aromatizzate. Grappa aromatizzata,  che cosa è? E' una grappa in cui è stato messo in infusione, in un secondo momento, una pianta officinale, una botanica, una spezia etc. L''aromatizzazione cosa serve? Serve per trasferire i principi aromatici buoni dalla pianta officinale, in questo caso la Ruta, alla grappa. Come aromatizzazioni lavoriamo molto con la Ruta, il Miele e le erbe dell'altopiano di Asiago. Quindi, il Pino Mugo, il Ginepro, la Menta, la Liquirizia e il Cardamomo... Il processo di armonizzazione, in questa distilleria, avviene a freddo, seguendo la temperatura ambiente. Quindi, in estate avremo infusioni molto calde, d'inverno avremo estrazioni a temperature più fredde. Tecnicamente l'aromatizzazione come avviene? Prendiamo delle piante officinali, vengono inserite in un serbatoio idoneo per le infusioni. All'interno di questo serbatoio inseriamo il nostro solvente, che in questo caso è la grappa. La grappa potrà essere a 30 gradi di alcol, 40 gradi di alcol, 50 e così via. Dipende dalla pianta officinale che va a contatto, perché devono trovare un giusto equilibrio per estrarre i profumi più nobili, più positivi della pianta officinale. E il periodo in fusione, anche qui, dipende dalla pianta officinale. Per la ruta un anno, liquirizia sei mesi, amaro due settimane, camomilla anche un mese. Ci deve essere un giusto equilibrio tra gradazione alcolica, tempo di contatto e la temperatura dell'infusione. Nella prossima pillola andrete a vedere insieme a Mauro ed Alberto due delle nostre aromatizzazioni: il Miele e la Ruta.

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci