Bocara è una zona in provincia di Vicenza ma è anche il nome che l'Azienda Cavazza ha voluto dare a un suo vino. Siamo a Montebello Vicentino e questo Bocara è un DOC Gambellara classico: è una garganega in purezza, coltivata nel primo vigneto acquistato dalla famiglia nel 1928. Il sistema di allevamento della vite è la pergoletta veronese, mentre la vinificazione prevede solo l'uso di vasi vinari d'acciaio.

Abbiamo scelto questa bottiglia perchè siamo curiosi di provarla in abbinamento a un altro prodotto che nella nostra regione va un po' tutto l'anno, il baccalà mantecato. Questo in veneto è chiamato cicchetto: è di fatto un finger food con polenta e baccalà mantecato. Ovviamente questa è una cosa che dà il meglio di sè se viene accompagnata ed noi un accompagnamento ideale ce l'abbiamo.

Questo Gambellara è fresco e fragrante, con note di frutta bianca, soprattutto di pesca. In bocca è esattamente come ce lo si aspetta: profumi e gusto trovano buon riscontro e sono ben bilanciate la sapidità e le note minerali. E' il vino ideale per questo cicchetto.

Ora un paio di curiosità sul baccalà! 

1. Innanzitutto il nome comune è stoccafisso ed è un pesce tipico delle isole Lofoten in Norvegia. Cosa c'entra la Norvegia con il Veneto?! Beh, dovete sapere che nel 1432 un patrizio veneziano, Pietro Querini, naufragò
proprio nell'arcielago delle Lofoten. Salvato con il suo equipaggio dagli abitanti delle isole scoprì lo stoccafisso essiccato e quando riuscì a tornare a Venezia cominciò ad importare questo pregiato pesce che, proprio perchè
era essiccato, si manteneva per lungo tempo.

2. In Veneto oggi il baccalà si può trovare un po' in tutte le salse: mantecato, alla vicentina ed in rosso. Sono proprio delle specialità, ognuna delle quali va abbinata al vino adeguato. 

Vuoi promuovere la tua attività? Contattaci